L’Ue vieta le pale eoliche nei parchi

Finalmente una buona notizia. La Corte di giustizia europea, con sentenza del 21 luglio 2011, ha sancito il divieto di installare impianti eolici nei siti protetti che fanno parte della rete ecologica ”Natura 2000”, ovvero all’interno di parchi, Siti di Interesse Comunitario (SIC) e Zone di Protezione Speciale (ZPS). Il tutto nasce da un “contenzioso” tra la Regione Puglia, la società Eolica Altamura srl e l’azienda zootecnica Franchini. Una vicenda

Compagnie petrolifere inadempienti su gestione rifiuti

La OLA (Organizzazione Lucana Ambientalista) e l’Associazione Ambiente e Legalità Onlus denunciano le gravi inadempienze da parte delle compagnie petrolifere operanti in Basilicata, per quanto riguarda la gestione dei rifiuti derivanti dalle attività estrattive (ricerca, prospezione e produzione petrolifera). Un’inadempienza – si sottolinea – che è stata oggetto di una specifica diffida legale da parte della nostra Organizzazione e dall’Associazione Ambiente Legalità Onlus ed inoltrata al Ministero dello Sviluppo Economico,

Le prospezioni agevolate e i giacimenti marginali

Dopo royalties, aliquote e sgravi fiscali le compagnie petrolifere, nel nostro Paese, beneficiano di prospezioni agevolate. Finanziamenti a fondo perduto per incentivare il possibile sfruttamento di giacimenti marginali e non. Insieme alla regolamentazione delle aliquote/royalties/compensazioni ambientali (che trovano fondamento nel Decreto legislativo n.625 del 25 novembre 1996, concernente “l’attuazione della Direttiva 94/22/CE relativa alle condizioni di rilascio e di esercizio delle autorizzazioni alla prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi”, e