Dal fracking gravi rischi per la salute umana

Le acque reflue derivanti dalla perforazione idraulica per l’estrazione di idrocarburi, meglio nota come tecnica del ‘fracking’, contengono benzene e microbi che possono comportare gravi rischi per la salute umana. È quanto rivela uno studio condotto su una serie di pozzi in Pennsylvania da parte dello Us Geological Survey (UsGs). L’agenzia governativa statunitense sottolinea in una nota come l’attività presente in alcuni di questi pozzi rappresenti un habitat particolarmente adatto

Danimarca, le autorità bloccano un pozzo di shale gas

Le autorità della Danimarca hanno reso noto mercoledì di aver bloccato un cantiere di sfruttamento di shale gas gestito dalla multinazionale francese Total. La ragione della decisione è legata all’utilizzo di un prodotto chimico vietato dalla legge del Paese scandinavo. «Si tratta di una sostanza non autorizzata», ha spiegato all’agenzia AFP Ture Falbe-Hansen, portavoce della direzione generale per l’Energia. Secondo la televisione pubblica DR, il prodotto incriminato si chiama Null

Fracking, gli ambientalisti fanno causa all’Authority californiana

Alcuni gruppi ambientalisti della California hanno fatto causa al regolatore nazionale della trivellazione petrolifera, la Division of Oil, Gas and Geothermal Resources (DOGGR), con l’intento di fermare le iniezioni di acque reflue dell’industria in quasi 500 pozzi da fracking. La pratica minaccia le risorse di acqua potabile, ed è ritenuta particolarmente scandalosa data la devastante siccità che da più di tre anni affligge il Paese. Di fronte a questa calamità,

Fracking e taglio bollette elettriche: pubblicità ingannevole di Greenpeace o conflitto d’interessi?

Il fracking non taglierà le bollette elettriche. E Greenpeace, sottolineando che gli esperti ormai sono d’accordo, lo scrive su una locandina per lanciare una petizione. Ma arriva lo stop alla comunicazione, dopo che l’advertising era stato contestato dal laburista Lord Lipsey. Dall’associazione accusano: “l’ASA Advertising Standards Authority, che ha bloccato il messaggio giudicandolo ingannevole, è in mano ad un chairman che lavora per l’industria dello shale gas.” Greenpeace, per difendere

Shale gas, Chevron abbandona la Romania

Dopo la decisione di abbandonare la Polonia, il colosso petrolifero statunitense Chevron ha di recente confermato di voler abbandonare anche gli investimenti nel nord della Romania. Dalle dichiarazioni rilasciate dalla società al Wall Street Journal è facilmente intuibile come, dopo il calo dei guadagni di circa il 30%, la multinazionale californiana abbia preferito fare un passo indietro e tornare ad investire sul territorio nazionale. La decisione di Chevron di abbandonare