Reflui petroliferi della Val d’Agri smaltiti in Val Basento. È allarme radioattività

Ancora paura in Val Basento in merito alle operazioni di smaltimento dei rifiuti petroliferi prodotti in Val d’Agri dall’Eni e portati a smaltimento finale presso l’impianto Tecnoparco. Il sindaco di Pisticci, Vito Di Trani, si dice preoccupato “per la salute dei cittadini e della situazione ambientale”, confermando che “i rilievi radiometrici effettuati dall’Arpab e le analisi di campioni di acqua di deiezione provenienti dal COV di Viggiano hanno rilevato una

Subito l’Anagrafe dei siti da bonificare

“La versa rivoluzione passa attraverso la cruna d’ago del rispetto dello Stato di diritto”. Con queste parole il segretario dei Radicali lucani, Maurizio Bolognetti – in sciopero della fame dal 15 ottobre – apre la sua lettera al presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, al fine di sollecitare l’istituzione dell’Anagrafe dei siti da bonificare. Mi piacerebbe che il descamisados Marcello Pittella, che ho intravisto commosso ed esaltato in piazza a

Val Basento, fallimento Mythen e ombre sulla bonifica

La Regione Basilicata – con delibera di Giunta n.925 del 21 luglio 2014 – ha revocato i finanziamenti concessi alla Mythen spa, nell’ambito del “Contratto di Sviluppo Industriale e Reinsediamento delle Industrie in Val Basento” per un importo di 728.664 euro, relativo alla prima tranche di una somma complessiva di 2.428.880 euro. La decisione avviene dopo diversi mesi dal fallimento della società di proprietà della famiglia Falciola. Quella dei Falciola

Nel paese più piccolo della Basilicata c’è la discarica di rifiuti petroliferi più grande d’Europa

Ad autorizzarla, in territorio di Guardia Perticara, è stata la Giunta regionale con una deliberazione emanata nell’ultima settimana di maggio. Il progetto prevede l’ampliamento di una discarica già esistente, portando la capacità complessiva di smaltimento a mezzo milione di metri cubi di rifiuti speciali, su 25 ettari. Dopo il giacimento di greggio in terraferma più grande d’Europa, la Basilicata avrà presto anche la discarica di rifiuti petroliferi più grande d’Europa.

Pianteremo croci per dire basta ai disastri dell’inceneritore Fenice di Melfi

Sabato 12 aprile, a partire dalle ore 17:00, davanti ai cancelli dell’inceneritore Fenice-EDF di San Nicola di Melfi – simbolo del disastro ambientale e politico in atto in Basilicata – i comitati locali, le associazioni e l’intera comunità manifesteranno il loro dissenso e la loro preoccupazione piantando decine di croci bianche nel terreno antistante l’impianto, a ricordo delle tante inconsapevoli vittime dell’inquinamento ambientale della nostra terra. Il Comitato Diritto alla