Tempa Rossa e il monitoraggio che non c’è

Il centro olio Total di Corleto Perticara, in provincia di Potenza, sta sorgendo in assenza di un piano di monitoraggio ambientale. Siamo nella valle del Sauro, ma sembra di vivere nel Far West. Non solo perché, per realizzarlo, è stato mutato il paesaggio e spianata una montagna. Quello di Tempa Rossa è un progetto petrolifero che risale agli anni Novanta, quando la multinazionale francese incassa le autorizzazioni necessarie per l’esplorazione

Val d’Agri, allarme biossido di azoto

La rete di monitoraggio ambientale della regione Basilicata presenta evidenti lacune, oltre che uno stato di confusione dovuta, in alcuni casi, al sovrapporsi di controlli ed incarichi tra due organismi – Arpab e Metapontum Agrobios – che evidenziano la medesima carenza di informazioni d’utilità pubblica. Infatti, oltre alla paventata omissione di atti d’ufficio nella vicenda dell’inquinamento dell’inceneritore Edf-Fenice di Melfi, da parte del Dott. Bove dell’Arpab, anche nell’area di Viggiano

Basilicata, sconosciuti dati inquinanti pericolosi

Silenzio su quantità immesse nell’aria di idrogeno solforato, benzene, Ipa e Cov. Nella Basilicata – considerata ancora “isola felice”, per via delle tante risorse territoriali: acqua, parchi, petrolio e che la storia ha provveduto a smentire presentando un altissimo tasso di emigrazione, di conseguente spopolamento, di disoccupazione e di sviluppo mancato – un’altra pagina nera, come quell’”oro” estratto, racconta differenti dinamiche. Nell’ambito dell’azione di monitoraggio ambientale – dove le compagnie