Showing 54 Result(s)

Trivelle, attivarle non porterebbe benefici energetici

Gli unici giacimenti di una qualche rilevanza nel nostro territorio si trovano nell’Alto Adriatico. Ma le compagnie insistono, incoraggiate da un regime di royalties favorevole. A fine dicembre dello scorso anno, Assorinnovabili ha tracciato un bilancio tra i costi e i benefici delle energie rinnovabili. Che merita di essere tenuto a mente. Partendo da un assunto: “Il costo dell’energia rinnovabile è già più basso del costo dell’energia prodotta con combustibili fossili se, come correttamente si dovrebbe, si considerassero anche le esternalità negative […]”. Per esternalità negative l’Associazione italiana dei produttori, dell’industria e dei servizi per le energie rinnovabili intende i …

Turismo, paesaggio, salute: i danni di una politica pro trivellazioni

Election day o no, tra la metà di aprile e quella di giugno potremmo essere chiamati a votare il referendum sulle trivellazioni a mare. Decideremo di salvare o meno i progetti di estrazione di idrocarburi già autorizzati entro le 12 miglia marine dalla costa, “per tutta la durata di vita utile del giacimento”. Nel frattempo le grandi manovre petrolifere italiane vanno avanti senza sosta. Perché oltre le 12 miglia (poco più di 22 chilometri dalla spiaggia) ed in terraferma la prerogativa per l’Esecutivo non è fermarsi, ma procedere finché è possibile. Corte Costituzionale permettendo. Anche mettendo a rischio il paesaggio, …

Terremoto in Emilia. Prima il “Laboratorio Cavone”, poi le nuove attività

Dopo l’annuncio della Regione Emilia Romagna sulla sospensione delle attività di ricerca ed estrazione idrocarburi su tutto il territorio regionale e della concessione di coltivazione “Mirandola”, il ministero dello Sviluppo economico e la Padana Energia spa accelerano sui monitoraggi, siglando un accordo lampo. 90 giorni sarebbe il lasso di tempo che enti ed azienda si sono dati per riprendere la produzione del Cavone. La Direzione generale per le risorse minerarie ed energetiche del ministero dello Sviluppo economico ha comunicato – con una nota stampa diramata oggi – che ministero, Regione Emilia Romagna e Padana Energia spa hanno trovato un accordo inerente le …

Terremoto in Emilia. Stop al gas e al greggio

La Regione Emilia-Romagna ha deciso di sospendere su tutto il territorio regionale “qualsiasi nuova attività di ricerca e coltivazione” di gas e greggio, così come la produzione dalla concessione “Mirandola”. La decisione è stata presa nel corso dell’Assemblea legislativa riunitasi a partire dalle 9.30 del 15 aprile per discutere dell’attività svolta dalla Commissione internazionale Ichese, istituita a dicembre del 2012 per studiare le possibili relazioni tra attività di esplorazione per idrocarburi e aumento dell’attività sismica nell’area colpita – nel maggio 2012 – dal terremoto dell’Emilia Romagna. Ma i No Triv non ci stanno e manca l’atto ufficiale che sancisce lo …

Terremoto in Emilia. È online il Rapporto Ichese integrale

A distanza di due mesi dalla data di ricezione del Rapporto redatto dalla Commissione Internazionale Ichese sulle possibili correlazioni tra estrazioni di idrocarburi e sisma del 2012, la Regione Emilia Romagna – questa mattina – decide di pubblicarlo sul proprio sito ufficiale. Questa mattina nella sezione Ambiente del sito ufficiale della Regione Emilia Romagna – mentre è in corso l’Assemblea regionale, riunitasi alle 9:30 al fine di discutere della attività svolte dalla Commissione Internazionale Ichese – è stato pubblicato il Rapporto integrale con i risultati delle indagini portate avanti dalla Commissione sulle possibili relazioni tra attività di esplorazione per idrocarburi …

Terremoto in Emilia. La voragine accademica

La storiaccia del terremoto in Emilia tra poltrone ed accrediti. Sullo sfondo i cittadini e i comitati che hanno sempre sostenuto che, a far tremare la terra, è stato il creato e non il creatore. La rivelazione della rivista americana Science sulla possibile correlazione tra le estrazioni petrolifere nella concessione di coltivazione “Mirandola” ed il terribile terremoto che ha colpito l’Emilia Romagna nel maggio del 2012 ha aperto – è il caso di dirlo – una vera e propria “voragine” in ambito accademico. Oggetto del contendere, il ruolo della Commissione Internazionale Ichese – insediatasi nel 2013 per valutare le possibili …

Terremoto in Emilia. Rapporto Ichese: dichiarazione congiunta Commissario Errani, Dipartimento Protezione Civile e Mise

In merito all’articolo della rivista Science ripreso oggi da alcuni organi di stampa italiani, il Commissario per il terremoto dell’Emilia-Romagna, il Dipartimento della Protezione Civile e il Ministero dello Sviluppo Economico hanno emanato un comunicato stampa che non chiarisce la questione. “Il Rapporto, denominato Ichese, è stato elaborato da una Commissione di esperti costituita su iniziativa del Commissario e d’intesa col Dipartimento della Protezione Civile al fine di avere risposte esaustive circa una eventuale relazione di concausa tra i terremoti che hanno colpito la Regione Emilia Romagna nel 2012 e le attività estrattive di idrocarburi. Il Rapporto, consegnato a metà …

Terremoto in Emilia. Potrebbero essere state le estrazioni petrolifere

La rivelazione è riportata in un articolo, a firma di Edwin Cartlidge, in uscita oggi sulla rivista americana Science dopo aver letto in anteprima assoluta la relazione finale della Commissione tecnico-scientifica Ichese, istituita nel 2013 per valutare le possibili relazioni tra attività di esplorazione per gli idrocarburi e aumento di attività sismica nel territorio della regione Emilia Romagna. Stamattina ne scrive anche il Corriere della Sera. Il terremoto che ha sconvolto l’Emilia Romagna nei mesi di maggio e giugno del 2012, provocando 27 morti ed oltre 40 mila sfollati, potrebbe essere stato causato dalle attività estrattive. A rivelarlo è la …

Eni rilancia ancora su raddoppio estrazioni in mare e in terra

Il direttore Rapporti istituzionali Eni, Leonardo Bellodi, rilancia fermamente il raddoppio delle estrazioni petrolifere in Basilicata e su tutta la Penisola, compreso il mare. Lo ha fatto in un’audizione informale nella commissione Territorio e Ambiente del Senato tenutasi oggi. Bellodi fissa il traguardo del 2020, entro il quale si renderebbe necessario incrementare la produzione italiana di olio e di gas. Sul piatto la promessa di 38 mila posti di lavoro, aumento delle entrate fiscali per lo Stato, che rinunciando potrebbe provocare “una inutile penalizzazione del sistema economico italiano”. “Entro la fine del decennio in corso sarebbe possibile, con il superamento …

Comitati contro i pozzi: a volte vincono

Con una missiva del 26 giugno, Eni ha ufficialmente ritirato il progetto di perforazione del pozzo esplorativo “Carpignano Sesia 1”, che prende il nome del comune in provincia di Novara che avrebbe dovuto ospitare l’opera, al centro di un giacimento da 245 milioni di barili di greggio. Determinante l’opposizione dei comitati. Con una missiva inviata al ministero dello Sviluppo economico, alla Regione Piemonte, alla Provincia di Novara ed alle Amministrazioni comunali interessate dal permesso di ricerca di idrocarburi “Carisio”, l’Eni -in data 26 giugno 2013- ha ufficialmente ritirato il progetto di perforazione del pozzo esplorativo “Carpignano Sesia 1”, che prende …